S

Sono entrato nel mondo delle mirrorless Sony dopo che un amico mi ha fatto provare la sua Sony A9.

Giuseppe Torretta Sony a9 Sony a7iii

Ciò che mi ha fortemente colpito è stato il veloce AF e l’inseguimento degli occhi del soggetto, nonché la possibilità di scattare in totale silenzio con in mano un sistema dal peso piuma.

All’epoca avevo la Leica SL con 24-90, paragonare il peso di questo binomio (quasi 2kg), con il peso dell’accoppiata Sony a9 e 35mm f/1.8, mi ha fatto letteralmente impazzire. Non me ne vogliano i Leicisti, ma lavorare con un chilo in meno in mano e ottenere comunque delle bellissime foto, per me è stato la scintilla che mi ha fatto decidere il passaggio a Sony.

Senza contare che ho sempre amato le ottiche fisse, ma il costo proibitivo delle ottiche per SL mi costringeva a usare il pesante 24-90.

Oggi vi presento il mio kit:

  1. Sony A9 + Nikon 58mm f/1.4
  2. Sony A7 iii + Sony 35mm f/1.8
  3. Sony 28mm f/2

Cosa hanno in comune:

  • design e dimensioni (l’A7 III è più leggero di 23 g)
  • monitor LCD posteriore con funzionalità di messa a fuoco tattile
  • da 100 a 51200 ISO, con estensione “pull” 50 e “push” fino a 204800 ISO
  • stabilizzazione a 5 assi con 5.0Ev di compensazione (standard CIPA)
  • video 4K con lettura completa dei pixel (ritaglio 1,2x a 30 fps)
  • batteria NP-FZ100
  • doppio slot per schede SD con uno slot compatibile con UHS-II
  • Wifi, NFC e Bluetooth (per geotagging)

 

Giuseppe Torretta Sony a9 Sony a7iii

Giuseppe Torretta Sony a9 Sony a7iii

Giuseppe Torretta Sony a9 Sony a7iii

Giuseppe Torretta Sony a9 Sony a7iii

Sensore Stacked e otturatore elettronico

Lo dirò in anticipo: i seguenti tre punti sono il motivo principale per cui vorresti considerare l’A9 rispetto all’A7 III: la sua tecnologia dei sensori consente all’otturatore elettronico di funzionare come mai prima d’ora su una fotocamera mirrorless e ciò apporta diversi miglioramenti come vedremo tra un attimo.

Innanzitutto, entrambe le fotocamere sono dotate di un sensore full frame da 24 MP con tecnologia retroilluminata, che consente ai singoli pixel di essere più vicini alla superficie del sensore e di raccogliere più luce rispetto a una struttura tradizionale. Il chip A7 III include un LSI front-end che raddoppia la velocità della fotocamera, ma non è niente in confronto all’A9.

La fotocamera A9 utilizza un sensore Exmor RS Stacked che include una memoria integrata che rende la lettura del sensore e la velocità di elaborazione dieci volte più veloce rispetto all’A7 III.

Ciò si traduce in velocità di scatto a raffica, velocità dell’otturatore e live view più veloci.

Velocità di scatto continuo e buffer

Il sensore Stacked della A9 eleva la velocità di scatto continuo a 20 fps con AE e Tracking AF. Con l’otturatore meccanico, le prestazioni sono di 5 fps.

La a7 III può scattare fino a 10 fps con otturatore sia elettronico che meccanico.

Conclusioni

Con la a9 che costa quasi il doppio rispetto alla a7 III, la a7 III sarà molto probabilmente la prima scelta per molti fotografi. Per meno di €2000 ottieni una fotocamera full frame con ottime prestazioni ISO e gamma dinamica.

Tuttavia, l’A9 è un incredibile pezzo di tecnologia. Poche sono le fotocamere full-frame sul mercato oggi in grado di offrire 20 fotogrammi al secondo senza blackout. Con le impostazioni AF / AE calcolate a 60 volte al secondo (3 volte più veloce della a7III).

Ma attenzione, quanto espresso dal punto di vista di un fotografo, per un videomaker la scelta migliore è sicuramente la Sony a7iii per i seguenti motivi:

  • possibilità di riprendere video in 4k a pieno formato
  • un ricco contenuto di profili cromatici (HLG, S-Log, Cine, ecc.)

Naturalmente, per me, che principalmente scatto ritratti,  l’A9 rappresenta il mio 1°corpo, mentre l’A7iii rappresenta il 2° corpo, in attesa della nuova A9ii…

 

https://kit.co/littletower/destination-weddings-pack

Comments
Add Your Comment

J
CLOSE MENU